Descrizione immagine

ENTE BILATERALE NAZIONALE PER I DIPENDENTI DA PROPRIETARI DI FABBRICATI

COMMISSIONE PARITETICA NAZIONALE

 

“Dal CCNL Dipendenti da Proprietari di Fabbricati del 12.11.2012"

 

Art. 12 Commissione Paritetica Nazionale

1. E' costituita una Commissione Paritetica Nazionale composta da un rappresentante di ciascuna delle  Organizzazioni sindacali dei lavoratori, Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e  Uiltucs-UIL, che hanno stipulato il presente contratto e da egual numero di  rappresentanti della Confederazione italiana della Proprietà Edilizia. La Commissione ha sede presso l' Ebinprof.

 

2. Alla Commissione sono attribuiti i seguenti compiti che possono essere svolti da  specifiche Sottocommissioni:

a) esprimere pareri interpretativi delle norme del presente CCNL vincolanti per  le parti contraenti;

b) definire le norme operative per l’attività delle Commissioni di
conciliazione  territoriale;

c) esaminare le istanze delle parti per la eventuale identificazione di nuove  figure professionali;
d) elaborare eventuali documenti di supporto alla successiva contrattazione di  rinnovo; 

e) esaminare la fattibilità tecnica e l’opportunità di forme di accantonamento  del TFR presso la Cassa portieri;

f) effettuare gli interventi di cui all'art. 4, comma 8, con la partecipazione
delle Organizzazioni e delle Associazioni territoriali.

 

3. La Commissione sarà convocata ogni qualvolta se ne ravvisi  l’opportunità o quando ne faccia richiesta scritta e motivata una delle parti  contraenti.

 

Art. 14 Commissioni Paritetiche Territoriali

1. Presso la sede di ciascuna Associazione della Proprietà Edilizia è costituita  una Commissione Paritetica Territoriale, composta da un rappresentante di  ciascuna Organizzazione Sindacale territoriale dei lavoratori, facente capo a:  Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL e di ugual numero di rappresentanti  della stessa Associazione della Proprietà Edilizia, aderente alla Confedilizia.

 

2. La Commissione è competente a:

a)esprimersi per quanto previsto dall'art. 20, commi 6 ed 8;

b) ricevere le comunicazioni di cui all'art. 50, comma 2.


3. La Commissione stessa inoltre può coordinarsi con Ebinprof per le iniziative di formazione professionale.

 

 

 

ORGANISMO PARITETICO NAZIONALE

 

Nel Verbale di Accordo del 17 aprile 1997, relativo all'applicazione del D.Lgs. 19 settembre 1994, n.626 comma 4) la Confedilizia e le OO.SS. dei lavoratori firmatarie l'accordo (Filcams-CGIL, Fisascat-CISL, Uiltucs-UIL) hanno istituito un Organismo Paritetico Nazionale (OPN), avente come funzioni e compiti principali la promozione e la costituzione degli OPT (organismi paritetici territoriali), la proposizione, anche diretta di attività formativa a favore dei componenti degli OPT con corsi, seminari ed altre attività complementari, definizione e proposizione di linee guida e di posizioni comuni in maniera di igiene e sicurezza sul lavoro che siano di riferimento per gli OPT, promozione e coordinamento di interventi formativi, monitoraggio sulle controversie come da D.Lgs. 626/94.

 

L'OPN è formato da 3 componenti, ognuno dei quali con un supplente, in rappresentanza di Confedilizia, e da altrettanti in rappresentanza delle OO.SS. dei lavoratori, firmatarie dell'accordo.

L'attività di Segreteria è assolta dall' Ebinprof.

 

Nel comma 5) del medesimo accordo si prevede l'istituzione degli OPT a base regionale.

Anche essi saranno formati da 3 componenti ognuno dei quali con un supplente, in rappresentanza di Confedilizia, e da altrettanti in rappresentanza delle OO.SS. dei lavoratori, firmatarie dell'accordo.

 

Funzioni:
individuare i bisogni formativi ed informativi connessi con le specificità territoriali ed ambientali, definendone i contenuti, effettuando attività di orientamento e promozione delle iniziative nei confronti dei lavoratori; ricevere e conservare copia di attestati di frequenza di corsi cui abbiano
partecipato i dipendenti del comparto; comporre in prima istanza le controversie cui sopra.

I compiti di segreteria degli OPT saranno svolti dalle strutture territoriali della Confedilizia.

 

Verbale di Accordo del 15 gennaio 2013
relativo all'applicazione del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, sue successive
modifiche ed integrazioni.

Tale Accordo fa riferimento alle previsioni normative contenute nel D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 come modificato dal D. Lgs. 3 agosto 2009 n. 106 e successive modificazioni ed integrazioni, in particolare, a quanto dallo stesso previsto in relazione al nuovo Accordo quadro Stato - Regioni del 21 dicembre 2011 sulla formazione dei lavoratori.
L'Accordo nasce dall'esigenza di aggiornare le precedenti previsioni ed il relativo materiale formativo necessario per l'informazione e la formazione dei dipendenti da proprietari di fabbricati in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro alla luce delle anzidette nuove normative.

............................................................................................................................................................................................................................................................................................................